Blog

Blog

IL SESAMO

Quando penso al sesamo la prima immagine che mi viene in mente è un bel piatto di hummus, caldo e speziato da consumare con un pò di pane morbido in giro per qualche mercato orientale…ma non parliamo di hummus per oggi! 

Il sesamo, insieme all’olio che ne viene ricavato, è una fonte dei cosiddetti grassi buoni. Nel sesamo sono presenti i famosi omega-3, preziosissimi per il nostro organismo, insieme all’acido linoleico. 

Il sesamo è un alimento molto calorico, soprattutto per l’importante quantità di lipidi, seguiti dai carboidrati e infine dalle proteine per un ammontare di circa 600Kcal per 100g.

Abbondano le fibre, possiede molti minerali, quelli che lo caratterizzano sono magnesio, ferro, selenio, potassio, zinco e soprattutto ha un alto quantitativo di calcio.
Inoltre questi semi oleosi sono un ottima fonte, tra le altre, di vitamina B12 e di vitamina E.

Il consumo di sesamo ha un effetto ricostituente sull’intero organismo, a partire dal sistema nervoso che ne esce riequilibrato per arrivare all’apparato circolatorio,  passando dal migliorare l’aspetto di pelle e capelli. Grazie all’alto contenuto di calcio, i semi di sesamo sono efficaci nella prevenzione dell’osteoporosi e sono una valida alternativa per chi non può assumere latticini a causa di intolleranze alimentari per rinforzare ossa e denti.

I semi di sesamo sono ottimi integratori naturali di zinco, che rinforza il sistema immunitario (valido aiuto in caso di affaticamento mentale e convalescenza) e selenio che frena l’azione dei radicali liberi. I grassi che compongono questi semi oleosi sono prevalentemente insaturi (omega 6 e omega 3), utili nella prevenzione di malattie cardiocircolatorie.

Da non sottovalutare l’effetto che hanno sui capelli, che risultano rinforzati da un consumo regolare di questi prezioso semini. 

L’olio ricavato dai semi di sesamo è di ottima qualità ed ha un punto di fumo molto alto, caratteristica che lo rende ideale per fritture sane (occhio però a non esagerare!). Un altro pregio di questo olio è la sua capacità di conservarsi per lunghi periodi a temperatura ambiente senza irrancidire. 

Ovviamente il sesamo non va sopravvalutato, non è un cibo magico o speciale, ma aggiungendolo ad una dieta già sana ed equilibrata non potrà che apportare qualità alla quotidianeità. 

Che ne pensate? Vale la pena di iniziare a consumare il sesamo nelle nostre cucine occidentali? Io lo aggiungo ad una veloce e gustosa ricetta a base di pollo dal profumo orientale, saltato in padella con il limone e bagnato con un goccio di salsa di soia oppure all’insalata, così tanto per dare quel tocco in più. 

#StayHealty

#StayYummy

#stayBlonde

2 Comments

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>