Blog

Blog

Si mangia (anche) con gli occhi

Non ci vedo più dalla fame. Perché questo modo di dire? Evidentemente l’alimentazione ha molto in comune con quello che tra i cinque sensi è senza dubbio il predominante: la vista. Insieme ad olfatto e gusto, il cibo coinvolge i nostri occhi nella sua presentazione, sia prima che dopo la preparazione delle pietanze.

Questa consapevolezza può aiutarci in qualche modo nelle nostre scelte alimentari? La risposta è assolutamente sì!
Partiamo dai colori. Di recente moltissimi enti di educazione alimentare e le stesse catene di distribuzione degli alimenti freschi, come frutta e verdura, hanno posto grande attenzione e un forte accento sui colori dei cibi. Mai sentito parlare dei 5 colori della salute? Il bianco, il verde, il viola, il rosso e il giallo/arancio: ecco i protagonisti di un metodo semplice e intuitivo per scegliere alimenti che ci facciano stare bene a tutto tondo. Vediamoli più nel dettaglio.

I 5 colori della salute

Il verde, tipico delle verdure a foglia, indica la presenza di clorofilla e quindi di magnesio, insieme all’acido folico che contribuisce alla funzione del sistema immunitario. I cibi rossi (soprattutto la frutta e i pomodori) sono veicoli di licopene ed antocianine e migliorano la salute di denti, ossa, capelli e pelle. Scegliendo cibi gialli ed arancioni (quindi agrumi soprattutto) ci assicuriamo un buon apporto di vitamine e di betacarotene, fondamentali per la vista e per un sistema immunitario a prova di influenza stagionale. Da non sottovalutare il colore blu/viola dei frutti di bosco, delle melanzane e delle prugne. Questi alimenti, con antocianine e potassio, rigenerano il corpo dopo sforzi fisici intensi. Ultimi ma non ultimi, i cibi bianchi apportano potassio, fibre e abbassano naturalmente i livelli di colesterolo nel sangue.

Quelle che ho qui riassunto sono informazioni volutamente generiche: molto altro ci sarebbe da dire su tutti questi fantastici alimenti, e il mio scopo è approfondire insieme a voi un tema alla volta.

Presentazione e impiattamento: cambia? Eccome!

Voglio ora concentrarmi sulla presentazione delle pietanze: quante volte avete associato la parola dieta all’immagine triste di un piatto mezzo vuoto con dentro una fettina di petto di pollo e un paio di broccoletti noiosi? Probabilmente troppe: dimenticate che il cibo è un piacere e, come tutti i piaceri, anche l’occhio vuole la sua parte. La presentazione di un piatto, soprattutto di quelli sani che includano frutta e verdura coloratissimi e pieni di nutrienti, può fare tutta la differenza. Stanchi della solita insalata con le foglie rinsecchite? Passate alla bowl! Sembra che non cambi molto, ma adagiare i cubetti di pollo su un letto di insalata fresca e al fianco di due o tre tipi di verdura colorata tagliata a pezzetti può fare tutta un’altra impressione. O che dire delle vellutate? Una buonissima e avvolgente vellutata di zucca si presenta con un fantastico colore arancio acceso, per non parlare di una vellutata di cavolfiore viola, a cui basta un goccio di limone per diventare fucsia, meravigliosa! Insomma, sbizzarritevi e abbondate con le verdure di stagione: la natura sa come rendere belle le cose che ci fanno bene!

Ultimo ma non ultimo consiglio: fate attenzione all’impiattamento e a come apparecchiate la tavola. Perché riservare le tovaglie colorate e i piatti più belli a pranzi e cene con gli ospiti? Non siamo forse noi le persone più importanti della nostra vita? Via libera, allora, al servizio buono anche per il pranzo di un normale martedì: ce lo meritiamo!

Stay colorful, stay healthy, stay Blonde!

0 Comments

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>