Blog

Blog

Amore e dieta: come sopravvivere agli sgarri in coppia

Mi capita spessissimo di ricevere questa domanda: “Come faccio a rispettare la dieta se vivo con qualcuno che non sta attento a ciò che mangia?”. E qui si apre un capitolo interessante. Innanzitutto: ti capisco. 

Curare l’alimentazione mentre qualcuno al tuo fianco finisce senza esitazione due etti di carbonara o un dolce al cioccolato richiede una forza di volontà non indifferente. Ma non è un’impresa impossibile, se segui questi piccoli trucchetti.

Il problema può presentarsi soprattutto se la persona che ha intrapreso un percorso dietetico e vuole stare attenta a ciò che mangia deve preparare da mangiare anche per il partner. Anche in questo caso, non tutto è perduto. Ecco dei suggerimenti pratici e furbi per mantenere i buoni propositi e non rovinare l’armonia familiare.

  1. Cucinate insieme: chi l’ha detto che  devi impersonare il ruolo del carceriere e farti odiare perché hai messo in tavola del cibo troppo sano? 😜 Trasforma il momento della preparazione del pranzo in un gioco, da fare rigorosamente in due. Anche le verdure sembreranno più divertenti. 
  2. Variare, variare, variare! Lo ripeto spesso: non è vero che la dieta deve essere una sequenza di piatti tristi e noiosi. Dimentica la fettina di petto di pollo anemica con contorno di broccoli (che però a me onestamente piace tanto e non me ne vergogno). Un’alimentazione sana è anche gioiosa, colorata, più varia possibile! Crea infinite combinazioni di colori e sapori e ti assicuro che grazie alle nuove ricette la tua dolce metà non rimpiangerà le serate a base di junk food difficile da digerire!
  3. Fai qualche compromesso: per andare incontro alle esigenze del partner e non costringerlo/a a sacrifici non richiesti, accetta di fare qualche compromesso. Desidera a tutti i costi un piatto di pasta? Scegli quella integrale e riduci le tue porzioni. Chiede insistentemente quella ricetta che ti riesce a meraviglia? Sostituisci l’olio extravergine d’oliva al burro. Voglia di mozzarella? Preferisci una porzione di ricotta. Insomma, cerca di incontrare a metà strada le esigenze della persona con cui vivi.
  4. Lo sgarro è sacro: mi piace ripetere che la dieta non deve essere un infinito sacrificio che ci metta a dura prova. Lo sgarro, è un atto di disordine che organizza meglio l’ordine di tutti i giorni. Quindi sì alla pizza del sabato sera, sì al brindisi con le bollicine nelle occasioni speciali e sì soprattutto a continuare a vedere il cibo per quello che è: un piacere!

Per concludere: niente è impossibile, neanche rispettare la dieta pur vivendo con una persona che non ha nessuna intenzione di abbandonare il lato oscuro, ma se lo abbandona e inizia con voi un sano percorso alimentare i successi sono garantiti!

#stay in love
#stay healthy
#stay Blonde